Il Fotocineclub Fermo è nato nel 1961 da una serie di incontri tra Luigi Crocenzi, Direttore del Centro per la Cultura nella Fotografìa e alcuni fotoamatori fermani, affermandosi rapidamente nella scena culturale italiana per l’organizzazione delle sette edizioni del concorso fotografico “Reportage e Racconto Fotografico”, alle cui giurie furono chiamati nomi prestigiosi della cultura italiana.

 

 

 

Dalle dirette esperienze di queste manifestazioni è nato nel 1973 il volume “RACCONTO E REPORTAGE FOTOGRAFICO”, a cura di Renzo Chini, Goffredo Petruzzi, Pier Paolo Preti, Francesco Quinzi, Padre Nazareno Taddei e Alvaro Valentini, nel quale sono stati riportati i princìpi teorico-pratici che stanno alla base del linguaggio fotografico.

 

 

Il Fotocineclub ha aderito nel 1962 alla FIAF, Federazione Italiana Associazioni Fotografiche. Nel 1967 ha organizzato, a Fermo, il XIX Congresso Nazionale della stessa Federazione e con la propria intensa attività ha provocato un sostanziale rinnovamento culturale nell’ambito dell’organizzazione dei concorsi fotografici.

 

 

Nel 1968 il Presidente dell’epoca, il dottor Goffredo Petruzzi, è stato eletto Vicepresidente FIAF per l’Italia Centrale.

 

 

Il Fotocineclub Fermo ha al suo attivo otto pubblicazioni: Fermo ieri (1969), Fermo storie di ieri (1970), Racconto e reportage fotografico (1973), Io cerco il nero, il vuoto, il nudo (1976), Fermo così (2002), La vita nascosta (2003, in collaborazione con l’AFMA), Veregra street festival (2005), Alvaro Valentini Racconta Fermo (2012).

Nel 2017 collabora con Piero Massimo Macchini, fornendo un reportage completo all’evento MARCHE COMEDY RECORD, usato per la stampa del libro.

 

 

Nel 1997 la FIAF lo ha insignito dell’onorificenza BFI (Benemerito della Fotografia italiana).

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi